Vai menu di sezione

Legna da ardere

Sono aperte dal 2 al 31 maggio le iscrizioni per le assegnazioni di lotti di legna da ardere a uso interno in squadre oppure in stanghe a censiti residenti nel Comune di Arco, che si effettuano all'Ufficio relazioni al pubblico (Urp) al piano terra del municipio, lunedì, martedì e mercoledì dalle 8.30 alle 13 e dalle 14 alle 16.30, giovedì dalle 8.30 alle 18.30 e venerdì dalle 8.30 alle 13. Il modulo da compilare è disponibile in fondo a questa pagina.

Le squadre saranno assegnate, su richiesta e mediante sorteggio, per la zona di Romarzollo in località “Tovo”, e per la zona di Oltresarca in località “Panigal”. L’Amministrazione comunale si riserva, in via eccezionale, la possibilità di assegnare delle squadre di legna da ardere in località “Diverse” in base a disponibilità verificate dai custodi forestali, o su richieste specifiche dei censiti.

La spesa per l’assegnazione di una squadra è di 45 euro (Iva compresa), da pagare alla Tesoreria comunale. Alla prenotazione sarà inoltre necessario indicare il luogo e il nominativo presso il quale sarà depositata la legna, un recapito telefonico nonché, se in possesso, l’indirizzo di posta elettronica.

L’estrazione dei numeri delle squadre avrà luogo in seduta pubblica lunedì 5 agosto a partire dalle ore 11 in sala di Giunta, al secondo piano del municipio; il numero assegnato sarà comunicato al richiedente con lettera. Coloro che risulteranno intestatari delle squadre in prima fila fronte strada dovranno tagliare ed esboscare la legna in tempi brevi, così da agevolare il taglio delle squadre nelle file superiori. Per eventuali problemi dovranno essere avvertiti i custodi forestali: per la zona di Romarzollo il sig. Enrico Calabri (tel. 348 5163496) e per la zona di Oltresarca il sig. Massimo De Perzio (348 5163491).

Ai sensi della normativa vigente, si rammenta che il taglio delle squadre è consentito dal 15 settembre 2019 al primo maggio 2020.

Sul sito internet del Comune di Arco (www.comune.arco.tn.it) seguendo dalla home page il percorso “Territorio”, “Sicurezza nei lavori forestali”, “Salute e sicurezza”, è consultabile l’opuscolo “Boscaiolo per hobby, sicurezza da professionista”, edito dall’Assessorato alle politiche per la salute della Provincia autonoma di Trento (clicca qui per l'accesso diretto). L’opuscolo può anche essere ritirato in forma cartacea all’ufficio Relazioni con il pubblico del Comune.

Per soddisfare le richieste dei censiti impossibilitati al taglio in forma autonoma, sono disponibili circa due quintali di legna il cui taglio sarà effettuato dalla ditta Santoni Cristian di Arco, che provvederà anche alla consegna a domicilio del richiedente (o nel posto più vicino all’abitazione di quest’ultimo se non raggiungibile con i mezzi in dotazione alla ditta), entro il 30 settembre, alle seguenti condizioni:

- legna in stanghe, 8,50 euro al quintale (Iva inclusa), importo da pagare alla ditta Santoni Cristian;

- legna tagliata a stele o ceppi, 12,50 euro al quintale (Iva inclusa), importo da pagare alla ditta Santoni Cristian (l'importo riguarda la legna fornita e il servizio di consegna).

I richiedenti potranno chiedere in sede di prenotazione, per la legna in stanghe porzioni da un minimo di 20 a un massimo di 40 quintali, e per la legna tagliata a pezzi (stele o ceppi) porzioni da un minimo di 10 a un massimo di 40 quintali (in multipli di 10).

All’atto della prenotazione sarà necessario comunicare il proprio codice fiscale per l’emissione della fattura da parte della ditta Santoni Cristian. Nessun altro importo dovrà essere versato all’Amministrazione comunale. L’Amministrazione comunale resterà estranea ai rapporti economici fra i privati e la ditta prescelta.

La legna in stanghe sarà assegnata in base ai seguenti criteri (stabiliti dalla Giunta comunale):

1) censiti residenti nel Comune di Arco che possono presentare richiesta:

a) persone con invalidità superiore al 50%, risultante da apposita documentazione rilasciata dall’autorità competente da prodursi in copia allegata alla domanda;

b) persone che abbiano compiuto i sessanta anni di età al primo gennaio 2019.
Potrà essere presentata una sola richiesta per nucleo familiare.

2) criteri di assegnazione ai richiedenti:

nel caso in cui le richieste eccedano il quantitativo di legna disponibile, prioritariamente saranno soddisfatte le domande presentate dalle persone con invalidità, partendo da coloro che hanno una percentuale di invalidità più alta e proseguendo in ordine decrescente. Esaurite queste richieste, qualora vi fossero quantitativi di legna ancora disponibili si procederà ad assegnare la legna ai richiedenti ultra sessantenni, partendo dai più anziani di età e proseguendo in ordine decrescente di età fino all’esaurimento del quantitativo di legna disponibile. Qualora al termine dell’assegnazione risultassero disponibili ulteriori quantitativi di legna, si provvederà a riaprire i termini di presentazione delle richieste interessando i residenti nel Comune con età superiore ai 55 anni.

Posizione GPS

Come arrivare

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Domenica, 28 Aprile 2019 - Ultima modifica: Martedì, 30 Aprile 2019
torna all'inizio del contenuto