Vai menu di sezione

Inaugurato il campetto di Bolognano

Nella serata di martedì 6 agosto si è tenuta l’inaugurazione del campetto dell’oratorio di Bolognano, dove ha avuto luogo un'innovativa esperienza di collaborazione tra pubblica amministrazione e cittadini per la tutela dei beni comuni, resa possibile da un patto di collaborazione sottoscritto da Comune di Arco, associazioni Tempora Onlus e Andromeda e Circolo ricreativo di Bolognano. Presenti, con un gruppi di residenti che hanno preso parte all’iniziativa, l'assessora alle politiche giovanili e della socialità Silvia Girelli con il sindaco Alessandro Betta, all'assessore alla cultura Stefano Miori, il parroco don Franco Torresani e le presidentesse di Tempora Onlus Giovanna Venditti e di Andromeda Ginetta Santoni.

Il progetto, dal titolo «Comunità in azione, art, beni comuni e cittadinanza attiva», ha preso avvio nel fine settimana dell'8 e del 9 giugno per concludersi in quello del 22 e 23, coinvolgendo un gruppo di cittadini interessati alla riqualificazione dei muri che delimitano il campetto dell'oratorio di Bolognano, e più in generale ad attivarsi in prima persona per contribuire alla cura dei beni comuni e al miglioramento del proprio paese. L'associazione Andromeda con i suoi writer professionisti, già protagonisti di diversi interventi in tutto il Basso Sarca, ha organizzato una serie di attività ludiche e ricreative pensate per coinvolgere i residenti nel progetto, in particolare i giovani. Al workshop hanno partecipato anche numerosi bambini, anche nella realizzazione dei murales, naturalmente sotto la supervisione dei writer. Ora i i murales fanno bella mostra di sé sul muretto del centro adiacente l'oratorio di Bolognano. 

«Il patto di collaborazione ha l'obiettivo di valorizzare il significato di cittadinanza attiva all'interno di uno spazio pubblico –ha detto l'assessora Girelli- che in questo caso è stato condiviso e vissuto dagli abitanti di Bolognano e dintorni nell'arco di tutto l'anno. Lo spirito di appartenenza dei cittadini nei confronti di questo luogo è sottolineato dai murales: uno dei temi principali, infatti, è la raffigurazione delle cinque discipline sportive del Palio delle Contrade, tradizionale manifestazione sportiva organizzata dal Circolo ricreativo. Comune, cittadini e associazioni hanno concordato quello che sarebbe stato realizzato per la cura e la valorizzazione dei beni comuni, dando poi attuazione a un progetto che non è solo artistico, ma soprattutto culturale, perché animato dall'obiettivo di promuovere all'interno della comunità una riflessione sui beni comuni, sulla necessità di una loro tutela e di una loro cura e valorizzazione, educando alla cittadinanza attiva e responsabile e favorendo scambi di linguaggi artistici fra le varie generazioni». 

Giovanna Venditti per Tempora Onlus ha anticipato che sarà pubblicato un libro sull’esperienza di Bolognano e su altre in Trentino, e che i cittadini e i ragazzi che hanno partecipato al lavoro di street art riceveranno un attestato di cittadinanza attiva. Mentre Ginetta Santoni per Andromeda ha detto che sono alla ricerca di altri luoghi nel Basso Sarca in cui replicare l’esperienza arcense. Don Franco ha apprezzato l'iniziativa, che è andata a valorizzare un luogo vivo e molto frequentato, e in cui un gruppo di persone ha compiuto il passaggio, oggi prezioso, dall’«io» al «noi». 

Il progetto è curato da Tempora Onlus e realizzato in collaborazione con l'associazione Andromeda, il Circolo ricreativo di Bolognano e ai ragazzi di Scout Arco Cngei.

Posizione GPS

Come arrivare

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Mercoledì, 07 Agosto 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto