Menu principale

Ti trovi in:

Home » Territorio » Informazioni utili » Sicurezza nei lavori forestali

Menu di navigazione

Territorio

Sicurezza nei lavori forestali

di Giovedì, 29 Maggio 2014 - Ultima modifica: Venerdì, 10 Aprile 2015

Ogni anno nel mese di maggio sono aperte le iscrizioni per le assegnazioni delle cosidette “sorti o squadre” della legna da ardere ad uso interno per i censiti del Comune di Arco.

Le prenotazioni devono essere effettuate presso l’ufficio Relazioni al pubblico (URP) sito nel Palazzo Municipale - piano terra – nell’orario di apertura del ufficio. Per i dettagli sulle zone di taglio, tariffa e le altre modalità si rinvia all’avviso pubblico.

Nello stesso periodo è possibile la prenotazione della legna da ardere in stanghe o tagliata a stele o ceppi per soddisfare i censiti impossibilitati a tagliare in modo autonomo la legna nel bosco. Nell’avviso pubblico sono riportati i criteri e tutte le condizioni per poter prenotare tale tipologia di legna, i quantitativi che si possono richiedere e i prezzi della legna.

Si rammenta a tutti coloro che si accingono a tagliare la “squadra”, che ogni lavoro effettuato in bosco è estremamente pericoloso, in quanto legato ad una pluralità di variabili, che non hanno riscontro in nessun’altra attività. L’orografia del terreno e le sue condizioni sono fonte di cadute, scivolate o ribaltamento dei mezzi, che possono causare infortuni a chi opera in bosco. Le condizioni meteorologiche, che in montagna variano con estrema facilità, la vegetazione con spine, rami bassi e arbusti, possono causare ferite che diventano successivamente fonte di infezioni. Piccoli insetti specie le zecche possono provocare malattie anche gravi. Sono soprattutto le operazioni di taglio, allestimento (sramatura, sezionatura) concentramento ed esbosco, ed il trasporto della legna con i mezzi a valle, che possono causare seri infortuni a coloro che lavorano in bosco, specie se tali operazioni sono fatte stagionalmente in modo quasi hobbistico. Da qualche anno il Servizio Sanitario del Trentino in collaborazione del Servizio Foreste e fauna della Provincia Autonoma di Trento e del Consorzio dei Comuni Trentini ha realizzato un piccolo manuale-opuscolo “Boscaiolo per hobby, sicurezza da professionista” (qui scaricabile) rivolto a coloro che si recano nel bosco per il taglio del legname senza un formazione specifica, il quale fornisce le regole da seguire per garantire sicurezza e salute durante il taglio del legname e della legna.
 Si rammenta a tutti coloro, che si accingono a tagliare la “squadra” loro assegnata che:
 1. l'assegnatario è responsabile di tutte le operazioni di taglio, allestimento ed esbosco dei prodotti forestali;
 2. l'assegnatario è inoltre responsabile di eventuali danni a cose o persone, derivanti dalle fasi di lavorazione sopraccitate;
 3. qualora le operazioni di taglio ed esbosco, riguardassero strade, sentieri, piazzali e qualsiasi altra infrastruttura di interesse pubblico, si dovrà adottare adeguata segnaletica;
 4. al fine di evitare, qualsiasi tipo di infortunio, si invita l'assegnatario a dotarsi di idonei Dispositivi di Protezione Individuale (DPI), nello specifico: pantaloni anti-taglio, caschetto di protezione con cuffie antirumore, scarponi antinfortunistici e guanti.

Link: Salute e sicurezza