Vai menu di sezione

Umberto Galimberti ad Arco

Martedì 8 gennaio Umberto Galimberti è al salone delle feste del Casinò municipale di Arco a parlare de «La condizione giovanile nell’età del nichilismo», incontro che apre il ciclo di conferenze di «Insight – Consapevolezza», nuovo progetto che promuove il benessere e la crescita armonica dei giovani, in particolare di quelli a rischio o in situazioni di vulnerabilità di tipo economico, sociale e culturale. L’incontro inizia alle ore 20.30, l’ingresso è libero (fino all’esaurimento dei 300 posti disponibili).

Umberto Galimberti, uno dei più conosciuti e autorevoli filosofi e sociologi italiani, è stato dal 1976 professore incaricato di antropologia culturale e dal 1983 professore associato di filosofia della storia. Dal 1999 è professore ordinario all’università Ca' Foscari di Venezia, titolare della cattedra di filosofia della storia. È inoltre psicoanalista, dal 1985 membro ordinario dell’International Association for Analytical Psychology, oltre che scrittore (delle tantissime sue pubblicazioni di divulgazione scientifica, soprattutto in campo filosofico e saggistico, molte sono veri e propri best seller) e giornalista (firma seguitissimi editoriali su temi d'attualità e approfondimenti di carattere culturale per La Repubblica). Allievo di Emanuele Severino, uno dei punti di riferimento della filosofia italiana del dopoguerra, ha costruito la propria forza filosofica in particolare sui testi di Karl Jaspers, dei quali si è impegnato in una mirabile opera di traduzione, favorendone la diffusione in Italia.

Alla condizione giovanile Galimberti ha dedicato due libri: nel 2007 «L'ospite inquietante. Il nichilismo e i giovani» e recentemente, nel 2018, «La parola ai giovani. Dialogo con la generazione del nichilismo attivo», entrambi pubblicati da Feltrinelli. Nel primo descriveva il disagio giovanile e lo imputava non tanto alle crisi psicologiche a sfondo esistenziale che caratterizzano l’adolescenza e la giovinezza, quanto a una crisi da lui definita «culturale», perché il futuro che la cultura di allora prospettava ai giovani non era una promessa, ma qualcosa di imprevedibile, incapace di retroagire come motivazione a sostegno del proprio impegno nella vita. A distanza di un decennio cos’è cambiato di quell’atmosfera che Galimberti aveva definito «nichilista»? Non granché -spiega ne «La parola ai giovani»- fatta eccezione per una percentuale forse non piccola di giovani che sono passati dal nichilismo passivo della rassegnazione al nichilismo attivo di chi non misconosce e non rimuove l’atmosfera pesante del nichilismo senza scopo e senza perché, ma non si rassegna. E dopo un confronto serrato con la realtà, si promuove in tutte le direzioni, nel tentativo molto determinato di non spegnere i propri sogni. «La parola ai giovani» raccoglie la voce di questi giovani, che hanno un gran bisogno di essere ascoltati per poter dire quelle cose che tacciono ai genitori e agli insegnanti, perché temono di conoscere già le risposte, che avvertono lontane dalle loro inquietudini, dalle loro ansie e dai loro problemi. E allora si affidano a un ascoltatore lontano, che prende a dialogare con loro, non per risolvere i loro problemi, ma per offrire un altro punto di vista che li faccia apparire meno drammatici e insolubili.

Insight – Consapevolezza
Il progetto, ideato e curato dall’associazione Giovani Arco, vuole promuovere il benessere e la crescita armonica dei giovani, in particolare di quelli a rischio o in situazioni di vulnerabilità di tipo economico, sociale, culturale. Il progetto prevede un percorso di crescita personale che, attraverso varie tappe, accompagna il giovane ad acquisire una consapevolezza individuale basata sulla scoperta e conoscenza di sé e dei propri talenti, sullo sviluppo di doti personali e di abilità di relazione e comunicazione, gestione delle emozioni, tecniche di apprendimento e motivazione allo studio, tecniche di rilassamento, recupero delle energie e gestione dello stress, conoscenza dei processi mentali per orientare in modo efficace pensieri e comportamenti superando negatività, blocchi, paure, schemi limitanti, uscendo dalla zona di confort attraverso esperienze emozionali che fanno emergere potenzialità inesplorate. Un processo di auto-miglioramento continuo che porterà il giovane ad avere conoscenza e padronanza di sé ed a sperimentare l’abilità di scegliere autonomamente ed assumersi la responsabilità della propria vita e dei propri pensieri dando significato alla propria esistenza. L’iniziativa è finanziata dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali e realizzata in collaborazione con l’Amministrazione comunale e l’Istituto comprensivo di Arco.

Le conferenze
Il progetto propone otto conferenze, di cui due riservati agli studenti iscritti al percorso rivolto a giovani dal 14 ai 20 anni che desiderano acquisire maggiore conoscenza di sé, consapevolezza individuale e responsabilità personale per dare significato alla propria vita.

Umberto Galimberti, “La condizione giovanile nell’età del nichilismo”
8 gennaio 2019, ore 20.30, salone delle feste, Casinò Municipale

Daniel Lumera, “La via dell’amore: oltre il carnefice la vittima”
19 gennaio 2019, ore 20.30, Centro giovani intercomunale Cantiere 26

“La scienza della felicità. L’intelligenza del cuore”
20 gennaio 2019, ore 10, Centro giovani intercomunale Cantiere 26
(riservato agli studenti iscritti al percorso “Insight”)

Alberta Cuoghi, “Scopri i tuoi talenti”
2 febbraio 2019, ore 20.30, Centro giovani intercomunale Cantiere 26

Stefania Andreoli, “Adolescenti e nuove dipendenze: i ragazzi, le famiglie e la scuola nel braccio di ferro con l’ansia e il panico”
22 marzo 2019, ore 20.30, Centro giovani intercomunale Cantiere 26

“Della tua adolescenza parlami tu. Dialogo aperto tra i ragazzi e la psicoterapeuta sulle cose importanti”
23 marzo 2019, ore 10, Centro giovani intercomunale Cantiere 26
(riservato agli studenti iscritti al percorso “Insight”)

Elena Riva, “Il mito della perfezione nei disturbi del comportamento alimentare”
24 maggio 2019, ore 20.30, Centro giovani intercomunale Cantiere 26

Massimo Recalcati, “La forza del desiderio”
data (in ottobre) e luogo da definire

Posizione GPS

Come arrivare

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Domenica, 06 Gennaio 2019
torna all'inizio del contenuto