Menu principale

Ti trovi in:

Home » Comune » Comunicazione » Notizie » Storie da mangiare

Menu di navigazione

Comune

Storie da mangiare

di Giovedì, 09 Novembre 2017
Immagine decorativa

Lo spettacolo di teatro e di cibo «Storie da mangiare» della compagnia bolognese «Le Strologhe» va in scena domenica 12 novembre al teatro Don Bosco di Tenno, per la 15ª rassegna di teatro per ragazzi «Teatro a gonfie vele», organizzata dalla Comunità di Valle Alto Garda e Ledro e dai Comuni di Arco, Drena, Dro, Ledro, Nago Torbole, Riva del Garda e Tenno. Inizio alle ore 16.30; ingresso unico non numerato 4 euro; età consigliata dai 4 anni in su. (leggi)

Temis e Ines, stanche di cucinare sempre gli stessi piatti, decidono un giorno di iniziare a giocare con i cibi. È così che sul tavolo della cucina prendono vita buffi personaggi e storie insolite. Preparando il minestrone, Temis vede in una carota un principe, alto, snello, dalla chioma fluente e la pelle abbronzata: il protagonista della Principessa sul pisello. Ha inizio il racconto della fiaba, della quale, frutta, verdura e utensili diventano i veri attori. E Biancaneve e i sette nani diventa Biancaneve e i sette pani. Insomma, le verdure diventano i personaggi della fiaba, e anche il pane cuoce mentre si racconta.

Immagine decorativa

Le Strologhe
La compagnia è composta da Carla Taglietti e Valentina Turrini.
Carla Taglietti è laureata al Dams di Bologna, curriculum teatro. Ha iniziato la sua formazione presso il TeatroContinuo di Padova e il Teatro Ridotto di Bologna. Dopo la ricerca di tesi, orientata verso la possibile relazione tra arte e natura, la sua formazione è continuata nel gruppo di ricerca Genius Loci, con la compagnia O Thiasos TeatroNatura, diretta da Sista Bramini e dal 2007 entra a far parte della compagnia come attrice e musicista. Ha seguito laboratori sull’uso della voce e sul canto tradizionale con Francesca Ferri e con Sista Bramini narratrice e regista, fondatrice del gruppo O Thiasos TeatroNatura, ha approfondito il lavoro sulla narrazione teatrale. Ha conseguito il diploma di burattinaia frequentando il corso di formazione professionale “Il mestiere del burattinaio” presso L’Atelier delle Figure della Cooperativa Arrivano dal Mare (Cervia), con la quale ha lavorato come burattinaia. Dal 2009 al 2014 ha frequentto un laboratorio di ricerca sulla fotografia come pratica dello sguardo “La foresta democratica” a cura di Alice Benessia in collaborazione con altri artisti internazionali. Da alcuni anni (2014-15-16) ha iniziato la formazione e la specializzazione in teatro delle ombre,  partecipa ai workshops internazionali “L’arte Immateriale. Ombre e altri fantasmi della scena. Laboratorio sull’ombra e sul teatro d’ombre” condotti dalla compagnia TeatroGiocoVita; nel 2016 frequenta l’advence e il masterclass a Bamberga con Norbert Gotz (Theater der schatten).
Valentina Turrini è laureata al Dams di Bologna, curriculum teatro. Ha frequentato, tra gli altri, stages e laboratori sul clown teatrale con Andrè Casaca e sul teatro fisico con Domenico Castaldo. Dopo la laurea, con una ricerca di tesi sulle forme contemporanee della ritualità sciamanica sul campo nella Rep. di Tuva, inizia una formazione continuativa, nel gruppo di ricerca Genius Loci, con la compagnia O Thiasos Teatro Natura e nel 2007 entra a far parte della compagnia; nella quale lavora come attrice e cantante in diverse produzioni e progetti. Con Sista Bramini narratrice e regista, fondatrice del gruppo O Thiasos TeatroNatura, ha approfondito il lavoro sulla narrazione teatrale. Ha seguito, tra gli altri, laboratori sull’uso della voce e sul canto tradizionale con Maud Robart (Haiti), Tran Quang Hai (Vietnam, canto difonico) e Francesca Ferri (Canti della tradizione italiana e dell’Est Europa).Ha fatto parte del Trio Francesca Ferri con il quale ha partecipato a performances e concerti ed ha inciso il cd ‘In questo mondo’ con musiche originali composte per teatro. Dal 2014 segue il corso di Psicofisiologia del cantante e dello strumentista (Istituto di Training Vocale Funzionale di Lichtenberg®) tenuto da Mariagrazia Dalpasso presso il Conservatorio A. Frescobaldi di Ferrara. Dal 2010 conduce con Carla Marulo, insegnante e musicista, il laboratorio di approccio all’uso della voce e al ritmo, attraverso canti e ritmiche tradizionali S.E.M.I. Spazio d’espressione, movimento, incontro. Attualmente porta avanti con Camilla Dell’Agnola, attrice, trainer, musicista e cantante del gruppo O Thiasos TeatroNatura, una specifica ricerca su canti tradizionali e il gesto performativo in relazione al luogo naturale.

Immagine decorativa

Teatro a gonfie vele
Tre lustri di successo e di crescita nella qualità della proposta e nel seguito di pubblico, non solo giovanile: è il biglietto da visita di «Teatro a gonfie vele», la rassegna di teatro per ragazzi organizzata dalla Comunità di Valle e dai Comuni di Arco, Drena, Dro, Ledro, Nago Torbole, Riva del Garda e Tenno, per la direzione artistica di Barbara Frizzi e l'organizzazione di Sara Maino, la cui 15ª edizione si svolge dal 22 ottobre al 4 marzo. La rassegna è realizzata in collaborazione con la compagnia «Teatro per caso» e con il Coordinamento teatrale trentino, con il sostegno del Ministero per i beni e le attività culturali (Direzione generale per lo spettacolo dal vivo), delle Casse Rurali trentine e della Provincia autonoma di Trento.

Immagini da http://www.lestrologhe.it/