Menu principale

Ti trovi in:

Home » Comune » Comunicazione » Notizie » Settimana dell'accoglienza: «Strani eravamo»

Menu di navigazione

Comune

Settimana dell'accoglienza: «Strani eravamo»

di Martedì, 10 Ottobre 2017
Immagine decorativa

Per la terza Settimana dell'accoglienza, promossa dal Coordinamento nazionale comunità di accoglienza (Cnca) con il titolo «Dalla comunità alla comune umanità», venerdì 13 ottobre il museo di Riva del Garda ospita l'appuntamento «Strani eravamo», a cura della cooperativa sociale Arcobaleno: un pomeriggio di laboratori, musica e multiculturalità. (leggi)

Il pomeriggio inizia alle 15 con il laboratorio gratuito di fumetti sulla valorizzazione delle diversità, tenuto da Marco Tabilio.

Inoltre è possibile visitare l'esposizione di fumetti e fotografie sul tema dell’unione delle diversità.

A partire dalle 18, ingresso libero al museo, con performance teatral-musicale di incontro tra disabili e richiedenti asilo e aperitivo multiculturale.

L'iniziativa è a cura della cooperativa sociale Arcobaleno, realizzata in collaborazione con il Comune di Riva del Garda, il Museo Alto Garda, il Centro per la formazione alla solidarietà internazionale, la cooperativa sociale Eliodoro, l'Azienda pubblica di servizi alla persona Casa Mia, la cooperativa Punto d’Approdo, il Centro Astalli Trento e l'associazione di promozione sociale Mavi (migliorare assieme la vita).

Immagine decorativa

Settimana dell’accoglienza
Il tema della Settimana dell’accoglienza di quest’anno, “Dalla comunità alla comune umanità”, vuole essere un invito a fare delle nostre comunità dei luoghi dove le etichette, i muri fisici, mentali, culturali che pretendono di distinguere e separare gli esseri umani cadono di fronte alla consapevolezza della comune umanità che tutti ci unisce. Accogliere, allora, vuol dire mettere in comune quel pezzo unico e irripetibile di umanità che è in ciascuno. Vuol dire rendere migliore la nostra vita mentre rendiamo migliore la vita degli altri.

Molti gli appuntamenti in programma dal 7 al 15 ottobre in circa 40 luoghi del Trentino-Alto Adige, promossi da decine di associazioni, cooperative sociali, Comuni e Comunità di valle, parrocchie, enti privati, volontariato: un pezzo di società trentina e altoatesina che ogni giorno pratica concretamente la solidarietà e l’accoglienza verso le tante forme di marginalità sociale, di povertà, di fragilità.

Vignetta di Giorgio Romagnoni, Centro Astalli Trento

Posizione GPS