Menu principale

Ti trovi in:

Home » Comune » Comunicazione » Notizie » Presentato il calendario 2018 del Comune di Arco

Menu di navigazione

Comune

Presentato il calendario 2018 del Comune di Arco

di Mercoledì, 20 Dicembre 2017
Immagine decorativa

Torna, sempre apprezzato e richiestissimo, il calendario del Comune di Arco, la cui edizione 2018, la tredicesima, si caratterizza per una conferma e per una novità. La presentazione ufficiale si è tenuta nella mattina di mercoledì 20 dicembre all'istituto alberghiero a Varone. (leggi)

La conferma è la collaborazione con il Centro di formazione professionale alberghiero-Enaip di Varone, grazie alla quale tutti i piatti che appaiono nelle immagini e che scandiscono i mesi del nuovo anno sono stati realizzati dagli studenti. La novità: le ricette di quest'anno non sono piatti tradizionali ma una reinterpretazione contemporanea a cura degli stessi studenti, i quali partendo dai prodotti tipici e ispirandosi liberamente ad alcune ricette, hanno dato spazio alla loro creatività. Le copie stampate sono quattromila.

Immagine decorativa

Si tratta quindi di una suggestiva, originale evoluzione sul tema del tradizionale calendario arcense, che da tredici anni costituisce una annuale incursione nella cultura e un modo diverso per ricordare le comuni radici e rinsaldare il senso di appartenenza. Gli studenti dell'alberghiero hanno quindi «sfornato» dodici ricette originali, una per ogni mese, alle quali nel calendario sono accostati dei brevi approfondimenti sull'ingrediente portante, oltre naturalmente alla foto del piatto, tutto a cura dei futuri chef di Varone. Le ricette sono «involtino della val di Gresta di radicchio rosso a cuore tondo» (gennaio), «Spätzli al broccolo di Torbole, formaggio di capra ed erba cipollina» (febbraio), «tagliatelle con farina di canapa, asparagi e salmerino» (marzo), «bocconcini vegetali con rape rosse, cannellini avvolti e rosolati con i semi virtuosi e crema d’alpe» (aprile), «luccio alla gardesana con polenta di patate» (maggio), «ciliegie marasche (o visciole) sotto spirito (grappa di nosiola)» (giugno), «focaccia di patate e noci del Bleggio» (luglio), «tartare di lavarello con fiore di zucchina e yogurt su carpaccio di finocchi e dadolata di verdure dell’orto» (agosto), «crema di carote della val di Gresta e filetti di carne salada al profumo di coriandolo, accompagnate da pane di segale» (settembre), «filetto di maiale in manto di verza con lucanica trentina e castagne di Troiana» (ottobre), «crema di farina gialla mulino Pellegrini con lardo e gorgonzola» (novembre), e «bracioline di cinghiale marinate al rebo con cavolo cappuccio rosso brasato» (dicembre).

Immagine decorativa

Alla presentazione sono intervenuti per l'Amministrazione comunale il sindaco Alessandro Betta, il vicesindaco Stefano Bresciani, l'assessore a cultura, formazione e istruzione Stefano Miori e il presidente del Consiglio comunale Flavio Tamburini. Onori di casa a cura del direttore Massimo Malossini.

«L'Amministrazione comunale è qui presente in forze – ha detto il vicesindaco Stefano Bresciani – a dare il segno dell'attenzione e dell'apprezzamento per questa iniziativa. Da una parte perché il calendario del Comune di Arco è una consuetudine molto sentita, dall'altra perché riteniamo un valore rilevante la collaborazione con l'istituto alberghiero, anche considerando la vocazione del nostro territorio alla ricettività di qualità. Il rapporto tra il Comune e l'istituto è nato quasi per caso, ma oggi è strutturato e affermato. Il grazie di rito che rivolgo a studenti e corpo docente, quest'anno è ancora più sentito perché per la prima volta si sono occupati loro anche della ideazione e della scelta delle ricette. Una novità che rende ancora più bello e interessante il calendario del Comune di Arco».

Immagine decorativa

«È un progetto che portiamo avanti ormai da qualche anno – ha detto il sindaco Alessandro Betta – e che costituisce un esempio di collaborazione molto importante. Il nostro calendario non solo sarà per un anno nelle cucine di tantissimi arcensi, ma è sempre più richiesto anche da tutto l'Alto Garda e dai turisti. Ci pare molto bello che anche fuori da Arco tante persone possano apprezzare non solo le ricette, i sapori e le tradizioni del nostro territorio, ma anche l'impegno e la bravura degli studenti dell'istituto alberghiero. È anche grazie al loro contributo che questo calendario è diventato un manifesto, atteso e apprezzato, di Arco dell'Alto Garda».

«Per la nostra Amministrazione ogni collaborazione con le scuole è benvenuta – ha detto l'assessore Stefano Miori – ma certo questa è di particolare importanza: il calendario sarà per un anno nelle case di tantissime famiglie, quindi ci pare un bellissimo riconoscimento del lavoro svolto da alunni e docenti».

Immagine decorativa

Il professor Silvio Grassi ha illustrato brevemente le dodici ricette, tre delle quali sono state svelate nel dettaglio da altrettanti alunni. Quindi, nella vicina sala da pranzo la degustazione.

Il calendario 2018 del Comune di Arco si può ritirare all'Urp, l'Ufficio relazioni con il pubblico, al piano terra del municipio, oppure all'Ufficio commercio, nella palazzina ex scuole maschili al Foro Boario. Inoltre, in orario di apertura del mercatino di Natale si trova anche nella casetta delle informazioni in piazzale Segantini. Infine, a breve sarà disponibile al download in formato pdf sul sito web del Comune di Arco, www.comune.arco.tn.it, percorso «Comune», «Comunicazione», «I calendari del Comune di Arco», assieme ai calendari degli anni scorsi.

Immagine decorativa