Menu principale

Ti trovi in:

Home » Comune » Comunicazione » Notizie » Daniela Pini e Alessandra Mazzanti a Bolognano

Menu di navigazione

Comune

Daniela Pini e Alessandra Mazzanti a Bolognano

di Giovedì, 09 Agosto 2018
Immagine decorativa

La 37ª Rassegna organistica corale e strumentale di Bolognano propone sabato 11 agosto nella chiesa dell'Addolorata di Bolognano il concerto del duo composto dal contralto Daniela Pini (nella foto) accompagnata dall'organo di Alessandra Mazzanti, che esegue brani di Pergolesi, Vivaldi, Pierné, Franck, Bizet, Bossi, Puccini, Mascagni e Martorell. Inizio alle ore 21, ingresso libero. La manifestazione è organizzata dal Gruppo Concerti Bolognano con la collaborazione del Comune di Arco e della parrocchia di Bolognano. (leggi)

Daniela Pini, laureata in lettere presso l’Università di Bologna con tesi in storia della musica, ha studiato canto con Angelo Bertacchi. La duttilità vocale le permette di spaziare tra diversi stili che vanno dalla musica barocca alla musica contemporanea ed ha in repertorio oltre 40 titoli. Tra i numerosi ruoli di protagonista, Angelina ne La Cenerentola di Rossini (Opera Theatre di Seattle USA, Cartagena Colombia, Opera di Francoforte, Comunale di Bologna, Verdi di Trieste, Lirico di Cagliari); Cherubino ne Le nozze di Figaro (Suntory Hall Tokyo), Alcina ne L’Orlando furioso di Vivaldi (Opera di Francoforte, Champs Elisée Parigi, Budapest, Barbican Hall Londra), Romeo ne I Capuleti e Montecchi di Bellini (Filarmonico di Verona), Isabella ne L’Italiana in Algeri di Rossini (Comunale di Bologna, Regio di Torino, Verdi di Trieste), Dorabella nel Così fan tutte di Mozart (New National Theatre di Tokyo), Clarice ne La pietra del paragone di Rossini (Regio di Parma), Melibea ne Il viaggio a Reims di Rossini (La Monnaie di Bruxelles) e molti altri. Il suo repertorio sacro comprende lo Stabat Mater e il Salve Regina di G.B. Pergolesi, la Petite Messe Solennelle e lo Stabat Mater di G. Rossini, il Requiem di Mozart e la Missa solemnis in re maggiore di Beethoven, il Messiah di Handel, lo Stabat Mater e il Gloria di A. Vivaldi. Ha lavorato con R. Abbado, Y. Temirkanov, D. Oren, E. Pidò, D. Renzetti, R. Frizza, P. Arrivabeni, K. Martin, J.C. Casadeus, C. Scimone, A. Battistoni, N. Luisotti, J.C. Spinosi, A. Marcon, M. Mariotti, D. Callegari, G. Noseda, P. Carignani, G. Sagripanti, D. Rustioni, R. Alessandrini, T. Ringborg. E con i registi G. Vick, G. Lavia, D. Fo, L. Wertmuller, E. Scola, P.L. Pizzi, M. Gasparon, D. McVicar, L. Ronconi, H. De Ana, I. Brook, D. Michieletto, J. Font. Recentemente è stata Isolier ne Il conte Ory di Rossini a Malmo (Svezia), Dorabella nel Così fa tutte di Mozart e Neris nella Medea di Cherubini a Nizza, Tolomeo nel Giulio Cesare di Haendel a Toulon, Giovanna Seymour nell’Anna Bolena al Donizetti di Bergamo e Angelina ne La Cenerentola al Regio di Torino. Prossimamente terrà concerti in varie capitali europee, sarà protagonista nell’Herculanum di David al Festival di Wexford nel ruolo di Olympia, Despina nel Così fan tutte di Mozart al Teatro Costanzi di Roma e Meg Page nel Falstaff di Verdi al Bayerische Staatsoper di Monaco.

Immagine decorativa

Alessandra Mazzanti (nella foto qui sopra), bolognese, si è diplomata in Organo e Composizione Organistica con Maria Grazia Filippi col massimo voto, in Musica Corale e Direzione di Coro con Tito Gotti, in Composizione con Ivan Vandor e in Direzione d’Orchestra con Luciano Acocella; Laurea di II Livello con lode al Conservatorio di Bologna con tesi su “Il canto gregoriano tra 800 e prima metà del ‘900”. Organista della Basilica di S.Antonio di Bologna, si è perfezionata con L.F. Tagliavini, M. Radulescu, Monika Henking e suona in tutto il mondo. Dal 2016 è inoltre organista titolare della Chiesa di S. Domenico di Cesena e soprintendente artistico del suo antico organo a canne. Come direttore d’orchestra, si è perfezionata con D. Pavlov e G. Dimitrov; ha all’attivo molti concerti dirigendo l’Orchestra del Comunale di Bologna e numerose orchestre europee. Dal 1997 al 2001 ha diretto il Coro e Orchestra della Cappella Musicale Arcivescovile di Santa Maria dei Servi di Bologna. Dal 1995 è Direttore del Coro Polifonico «Fabio da Bologna»; nello stesso anno ha fondato l’Orchestra «Fabio da Bologna». Si è dedicata al repertorio sacro per coro e orchestra dal XVIII al XX secolo, proponendo Vivaldi, Cafaro, Caldara, Carissimi, Durante, Cimarosa, Martini, Salieri, Händel, Haydn, Mozart, Rossini, Gounod, Bruckner, Rheinberger, Franck, Bossi, Fauré, Vierne, Poulenc. Attiva compositrice, vanta molte esecuzioni in Italia e all'estero, Festival internazionali e registrazioni per la Radio italiana. Ha vinto due volte il Concorso di Composizione «Noferini» indetto dal Conservatorio di Bologna; il suo Ecce Homo ha vinto il 1. premio al “XII Donne in Musica, Serbia 2015”. E’ direttore artistico dell'associazione musicale «Fabio da Bologna», del ciclo di concerti “Ottobre Organistico Francescano Bolognese”, dei “Venerdì organistici Stella Maris” a Milano Marittima e Direttore Artistico del festival “Musica a San Domenico” di Cesena. Suona con Alberto Astolfi, con Luigi Zardi, con Gregory Bonfatti, con Daniela Pini, con Gabriele Raspanti, con Cornelia Schünemann. Numerosi i suoi CD come organista e direttore di coro o d’orchestra. Tiene seminari su organo, canto gregoriano, accompagnamento al canto gregoriano. È docente di Organo e di Canto Gregoriano presso il Conservatorio «Bruno Maderna» di Cesena.

Il programma

Giovanni Battista Pergolesi (1710-1736)
da Stabat Mater
Quae moerebat et dolebat
Eja mater, fons amoris

Johann Sebastian Bach (1685-1750)
Fuga in sol min. BWV 578

Antonio Vivaldi (1678-1741)
Nisi Dominus (Allegro moderato)
da “Nisi Dominus” RV 608

Gabriel Pierné (1863-1937)
Prélude
(da Trois Pièces op. 29, 1892)

César Franck (1822-1890)
Ave Maria

George Bizet (1838-1875)
Agnus Dei
(da Arlésienne)

Marco Enrico Bossi (1861-1925)
Entrée pontificale Op. 104 n. 1

Giacomo Puccini (1858-1924)
Salve Regina

Pietro Mascagni (1863-1945)
Ave Maria
(elab. Bogumil Zepler)

Antoni Martorell (1913-2009)
Toccata sul motivo popolare
Sor Tomasseta (Mallorca,1985)

Antonio Vivaldi (1678-1741)
Alleluia (Allegro)
da “O qui cœli terraeque serenitas”

Posizione GPS