Vai menu di sezione

Contest di giornalismo partecipativo

Sono aperte le iscrizioni (da perfezionare entro le ore 24 del 10 febbraio) al contest di giornalismo partecipativo «Comunità e narrazione» promosso da Tempora Onlus, la cui terza edizione si tiene anche ad Arco, al Centro giovani intercomunale Cantiere 26. Possono partecipare i giovani da 18 a 35 anni di età, con una finestra di sei mesi ante 18 e post 35. L’edizione 2019 è dedicata ad Antonio Megalizzi, il giovane giornalista trentino ucciso nell'attentato di Strasburgo dello scorso 11 dicembre, che ha partecipato al primo contest nel 2017. Cinque le date di Arco: 14 febbraio, 16, 21 e 28 marzo, e 5 aprile.

Il giornalismo partecipativo è riconosciuto dalla Carta Europea e aderisce ai valori di democrazia, partecipazione consapevole, solidarietà e cittadinanza attiva. L'obiettivo è incentivare prospettive di sviluppo locale, in un’ottica innovativa e tecnologica, con strategiche collaborazioni di rete. Sedici incontri tematici sul giornalismo, replicabili sulle sedi (oltre ad Arco, Trento, Altipiano della Vigolana, Valle di Cembra e Rovereto), più quattro eventi speciali aperti alla cittadinanza. La partecipazione dà diritto ai crediti formativi per istituti accademici e giornalisti pubblicisti. I relatori sono professionisti del giornalismo, dell’editoria, della letteratura e della comunicazione. Il contest prevede anche un percorso esperienziale online da maggio a giugno con enti di prestigio (che per alcuni, nelle precedenti edizioni, ha offerto opportunità professionali) e, alla fine degli incontri, l’elaborazione di uno scritto tematico inedito, a scelta su tre tracce indicate, la cui valutazione sarà sottopposta a una giuria di esperti. L’iscrizione costa 25 euro. Il regolamento è consultabile sul sito web https://comunitaenarrazione.org. I premi saranno unificati per tutte le sedi: al primo classificato andrà un contratto free lance di un anno al giornale online Il Dolomiti, inoltre al primo, secondo e terzo classificato iPad di ultima versione; al quarto, quinto, sesto e settimo classificato un tablet di ultima generazione. Tutti gli ammessi al contest riceveranno un attestato di partecipazione e il libro con ebook “Lavoro, dunque scrivo!” di Luisa Carrada (Zanichelli).

La presentazione alla stampa della parte arcense del contest si è tenuta giovedì 31 gennaio al Centro giovani intercomunale Cantiere 26 (vedi foto), presenti l’assessore Silvia Girelli, per Cantiere 26 Lorenzo Remondini e per il Piano Giovani di Zona il referente Francesco Picello.

«Come Comune che ha un importante Centro giovani ci tenevamo a far parte di questo contest -ha detto l’assessore Girelli- anche perché abbiamo visto come l’anno scorso, con date solo a Rovereto, i partecipanti dell’Alto Garda siano stati davvero pochi. Ci attendiamo che quest’anno, con date sia ad Arco sia a Rovereto e con il trasporto a cura di Cantiere 26, l’iniziativa possa cogliere l’interesse dei nostri giovani. Si tratta di una novità che si va ad aggiungere ad altre, per un Centro giovani che sta attraversando una fase di trasformazione e di ampliamento».

«Gli incontri si svolgeranno all’incirca per metà ad Arco e per metà a Rovereto -ha spiegato Francesco Picello- il che dovrebbe favorire parecchio i giovani dell’Alto Garda rispetto all’anno scorso, quando erano solo a Rovereto. Vorrei ricordare che il vincitore dell’anno scorso è dell’Alto Garda, si chiama Tiziano Grottolo e in questo momento sta lavorando a Il Dolomiti, avendo vinto un contratto di un anno in quella redazione».

«Possiamo confermare quello che fino a qualche giorno fa era solo un progetto -ha detto Lorenzo Remondini- cioè che Cantiere 26 si occuperà del trasporto a Rovereto dei partecipanti dell’Alto Garda, così da agevolare in tutti i modi la partecipazione».

Tutte le informazioni sul sito web https://comunitaenarrazione.org/index.html

Posizione GPS

Come arrivare

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Giovedì, 31 Gennaio 2019
torna all'inizio del contenuto