Vai menu di sezione

Inaugurata la giostra inclusiva

È stata inaugurata nel primo pomerigio di martedì 26 febbraio dalla quinta «A» della scuola elementare «Giovanni Segantini» la nuova giostra inclusiva (cioè adatta anche a bambini con disabilità) del parco giochi ai giardini Centrali, presenti il sindaco Alessandro Betta, gli assessori Silvia Girelli (politiche giovanili e della socialità) e Stefano Miori (cultura, formazione e istruzione), il presidente del Consiglio comunale Flavio Tamburini e alcuni consiglieri, e per la scuola il dirigente scolastico Maurizio Caproni.

Come si ricorderà, il nuovo gioco ha sostituito quello acquistato da un gruppo di genitori, che non era del tipo inclusivo (cioè adatto indifferentemente a bambini con e senza disabilità) ma dedicato espressamente ai bambini con disabilità, il quale aveva rivelato delle criticità che ne avevano suggerito la rimozione (soprattutto a causa dell’utilizzo improprio da parte dei bambini senza disabilità, il che era anche stato causa di un guasto). Sulla scorta di quell’esperienza il Comune di Arco ha quindi avviato una riflessione sul tema e un approfondimento tecnico, che infine ha fatto optare per un gioco inclusivo. Quello installato ai giardini Centrali è una giostra rotante a tre settori: uno per sedia a rotelle, uno con seduta e uno per stare in piedi. I ragazzi della quinta «A» della «Segantini» hanno dimostrato di gradirlo, utilizzandolo lungamente tutti assieme (erano presenti in 17).

Nel frattempo prosegue «Tutti in gioco», iniziativa di finanziamento collettivo con cui dotare tutti i quindici parchi gioco comunali di un gioco inclusivo, che si concluderà a dicembre. Tre le modalità di partecipazione: con un’offerta nelle apposite cassette (che si trovano in municipio all’Urp, in biblioteca, all’ufficio tecnico, nelle scuole e nei negozi aderenti); con un bonifico bancario (intestato al Comune di Arco, Iban IT27F0569635320000010000X36, causale «Iniziativa Tutti in Gioco»); e destinando il 5 per mille della dichiarazione dei redditi al «Sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza» (firmando nell’apposita casella).

Posizione GPS

Come arrivare

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Martedì, 26 Febbraio 2019
torna all'inizio del contenuto